Problem determination e legge sulla privacy

Non lo metto in dubbio, avranno sicuramente le loro buone ragioni, ma alcuni risvolti sono paradossali!

Nel mio piccolo spazio all’interno della grande Rete (questo blog e poco altro) ogni tanto mi tocca fare un po’ di manutenzione e, già che ci sono, colgo spesso l’occasione per rinfrescarne qualche pezzetto o aggiungere una cosetta qui e là. L’ultima ‘cosetta’ che ho tentato di installare però mi ha dato un serio problema e così, visto che il tutto ‘gira’ su un server di un hosting provider da qualche parte nel mondo, ho contattato l’assistenza clienti per capire come fare a vedere i log. Per chi non è del mestiere, i log sono dei file in cui i programmi di norma scrivono una serie di informazioni di servizio di vario tipo sul loro utilizzo (quali funzioni vengono chiamate, quando e da quale computer, informazioni sull’esecuzione di servizi, ecc..), un po’ come fosse un ‘diario di bordo’. Nei log spesso sono contenute anche informazioni più o meno dettagliate (dipende da chi ha scritto il programma) su tutto ciò che non ha funzionato: sono fondamentali quando si tenta di capire perchè qualcosa non si comporta come dovrebbe, e non di rado sono l’unico strumento a disposizione per identificare il problema.

La cortese risposta del servizio assistenza è stata: non si può. I log possono essere forniti solo all’Autorità Giudiziaria, qualora ne faccia richiesta. L’addetto all’assistenza, molto gentile, mi ha mandato anche i link ai riferimenti normativi.

All’inizio pensavo di non essermi spiegato bene: sono intestatario di un dominio (mio), ho installato un’applicazione (mia), vorrei vedere quello che l’applicazione scrive per determinare la causa di un malfunzionamento, mi è  sembrata una richiesta legittima. Eppure è proprio così: non si può.

Sono rimasto senza parole.

Ad onor del vero, il mio provider mi ha suggerito un metodo alternativo, che comunque è sicuramente limitato e non può sostituire in alcun modo l’accesso diretto ai file di log.

Ora ho sostituito il pezzetto ‘incriminato’ con un altro con funzionalità analoghe, ma non oso pensare al poveraccio che dovrà capire perchè il suo sitarello di e-commerce ha smesso di processargli gli ordini…..

Print Friendly
This entry was posted in pensieri. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>